PARTECIPAZIONE A CONVEGNI E INCONTRI DI FORMAZIONE

8 Marzo 2022

Da qualche tempo, dopo anni di partecipazioni a convegni e percorsi formativi, soprattutto in qualità di relatore, mi chiedo quali sono le motivazioni che spingono dei professionisti a investire il proprio tempo e risorse economiche per frequentare convegni a cui vengono invitati.

Certamente, negli anni sono cambiate le necessità di aggiornamento continuo, visto l’evolversi delle norme e delle dinamiche di mercato. Al giorno d’oggi non è più possibile pensare di essere competitivi senza conoscere la realtà in costante evoluzione; è necessario distinguere l’utilità o meno di partecipare agli eventi che quotidianamente ci vengono proposti.

Tra le varie considerazioni penso che una maggior selezione di partecipanti nei convegni non sia un fattore penalizzante per gli organizzatori ma, al contrario, una rassicurazione che porterà innegabili ricadute positive, dal momento che i presenti hanno scelto consapevolmente di presenziare all’evento e che questo verrà seguito con interesse.

In questa occasione, volutamente, tralascio le offerte in Webinar che, introdotte per una necessità contingente, si sono via via trasformate in una costante. Agli incontri proposti in webinar bisogna comunque riconoscere una valenza informativa e di comodità seppur non efficace come un evento in presenza.

Tornando alla partecipazione in presenza, mi sono voluto calare nei panni di un professionista/azienda a cui arriva un invito.

Invito al convegno: “Analisi introspettiva sui fatti della corazzata Potëmkin”

… Interessante, mi iscrivo!

Parto dall’assunto che tutti gli argomenti di qualsiasi natura sono interessanti ma non per tutti e soprattutto non in certi momenti. Se mi trovassi in vacanza, potrei prendere in considerazione di investire del tempo anche per assistere ad un incontro che tratta argomenti per me particolari. Diversa è la quotidianità.

Nel mondo del lavoro attuale gestire al meglio il tempo massimizzando le opportunità ed eliminando le “inutilità ladre del tempo” aumenta la qualità dei servizi offerti e, cosa non secondaria, riduce la sottrazione di tempo ai rapporti famigliari e sociali.

Vedo di analizzare ponendomi delle domande:

Veramente mi interessa?

Anche se non mi interessa e in questo momento non mi serve, è comunque propedeutico alla formazione necessaria per la mia professione?

Può essere un’occasione di incontri che possono incrementare la mia attività?

In questo periodo ho impegni pressanti, scadenze urgenti, consegne indifferibili?

… e non ultimo: ho le ore necessarie per la durata del convegno con la mente sufficientemente sgombra per partecipare fattivamente alla discussione oppure è un “ritaglio” forzato dove continuerò a sbirciare il cellulare per controllare i messaggi che sto attendendo e continuare a scrivere mail mentre i conferenzieri espongono le loro relazioni?

Alla base di queste considerazioni devo fare innanzitutto un doveroso “bagno di umiltà” pensando che: Il cellulare ha una sua batteria, gode di vita propria e anche se lo tengo in tasca silenziato per un paio di ore non soffre di solitudine, il mondo può anche fare a meno della mia presenza per qualche ora.

Se presenzio per l’attestato o il certificato di partecipazione da attaccare in ufficio come una grazia votiva, forse è meglio un bel quadro.

Se presenzio per il buffet… sul buffet non si discute!

Se non tengo in debito conto queste considerazioni avrò sprecato tempo, sostenuto spese logistiche non traendo nessun vantaggio pratico e svolgendo male, in luogo inappropriato e in maniera scomoda, quanto avrei potuto fare in ufficio.

Una ulteriore indicazione che mi deve guidare nella scelta di partecipare, a prescindere dal tempo e dagli argomenti trattati, è chi è l’organizzatore dell’evento e con quale fine viene proposto.

L’organizzatore è un ente, una istituzione pubblica, un’associazione di categoria, un ordine professionale, una società di consulenza, un’azienda commerciale ecc.?

L’incontro è finalizzato a:

Un aggiornamento professionale?

Un aggiornamento obbligatorio?

Un corso tecnico specialistico?

Promuovere un evento divulgativo, culturale, riviste, libri, abbonamenti?

Un evento commerciale per raccogliere nominativi ecc.?

 

Solo ora, contestualmente alla stesura di questo breve, mi accorgo dell’importanza di prendere in considerazione a priori queste semplici e solo in apparenza banali approfondimenti che mi possono guidare nella scelta di partecipare consapevolmente agli eventi proposti.

Mancando questa analisi, probabilmente, sarò vittima della partecipazione compulsiva con il solo risultato che avrò offerto una ulteriore chance alle “inutilità ladre di tempo”.

 

PROTETTO

Dott. Bruno Antonio Lerda

Responsabile sicurezza

Osservatorio Nazionale Condomini

PARTECIPAZIONE A CONVEGNI E INCONTRI DI FORMAZIONE - BLOG

 

 

 


LEGGI ANCHE

24 Agosto 2022
LE SFIDE DEL DOMANI DELL’AMMINISTRATORE SULLA SICUREZZA.

UN NUOVO APPROCCIO È NECESSARIO? La professione dell’Amministratore di Condominio è tra le figure che più ha subito cambiamenti nel corso degli anni. Complici le continue trasformazioni di norme e di leggi che si sono moltiplicate proprio a carico dei conduttori di immobili. Nel tempo c’è stata una trasformazione che ha messo in serie difficoltà […]

LEGGI TUTTO
1 Agosto 2022
ORA BASTA

“Roma, 30 luglio 2022 - Un quattordicenne è morto Folgorato e ucciso a Roma da una scarica del cancello elettrico del condominio in via Regalbuto, alla Borghesiana. Il ragazzino stava giocando con un amico quando ha toccato il cancello ed è rimasto folgorato. Questa, infatti, è la diagnosi di morte, arresto cardiocircolatorio da folgorazione, fatta dai medici del Policlinico Tor Vergara” …Premetto che non conosco […]

LEGGI TUTTO
7 Giugno 2022
TORINO 06.06.2022: SICUREZZA QUESTA SCONOSCIUTA

Si torna a parlare di sicurezza! Si. Torino, lunedì mattina, sul tetto di un’abitazione un uomo lavora senza linee vita e senza attuare nemmeno le basi delle norme di sicurezza. Con la vita non si scherza! È arrivato il momento di agire, le parole non bastano più. Qualsiasi intervento che espone un lavoratore a pericoli, […]

LEGGI TUTTO
20 Aprile 2022
IMPALCATURA PERICOLANTE A LA SPEZIA: Ruoli e responsabilità nella gestione condominiale.

Crolla un ponteggio in via Fiume nello spezzino, e la Pasqua poteva trasformarsi in una tragedia.   È bastato un colpo di vento un po' più intenso per far piegare un’impalcatura installata in pieno centro a La Spezia, provocando la caduta di lamiere da oltre venti metri d'altezza. Quella via è solitamente molto affollata e […]

LEGGI TUTTO
8 Aprile 2022
LA GUERRA DEI MONDI

Come vecchio professionista della sicurezza, dopo esperienze nel settore industriale, da circa trent’anni verticalizzato nel civile per la prevenzione dei rischi negli stabili, questi accadimenti li considero sempre una sconfitta anche personale come relatore, divulgatore, formatore e continuo a chiedermi: “come mai non riesco a fare passare il messaggio etico e morale sul dovere che abbiamo (consulenti, imprese, manutentori, amministratori) di mettere al primo posto la sicurezza per la tutela e l’incolumità della persone e che invece continuiamo, per sottovalutazione, superficialità, sudditanza e a questo punto complicità con il volere dell’assemblea, a giocare con la vita delle persone?”.

LEGGI TUTTO
23 Ottobre 2021
LA SICUREZZA INTELLIGENTE

Questa mattina, su un social, mi sono imbattuto su queste “istruzioni di emergenza” redatte da una maestra a fronte di un alunno che soffre occasionalmente di crisi da anomalie epilettiformi. Questa insegnante ha predisposto delle semplici ma complete istruzioni da attuarsi in caso di accadimento, coinvolgendo tutta la scolaresca. Da parte mia va tutta la […]

LEGGI TUTTO

EMAIL: osservatorio@oncondomini.it
TELEFONO: 800 090297

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL 
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram