LA SICUREZZA INTELLIGENTE

23 Ottobre 2021

Questa mattina, su un social, mi sono imbattuto su queste “istruzioni di emergenza” redatte da una maestra a fronte di un alunno che soffre occasionalmente di crisi da anomalie epilettiformi.

Questa insegnante ha predisposto delle semplici ma complete istruzioni da attuarsi in caso di accadimento, coinvolgendo tutta la scolaresca.

Da parte mia va tutta la stima e considerazione per l’approccio intelligente, pragmatico e coinvolgente partendo dalla “semplicità della costruzione del cartello”.

 

Non conosco la preparazione della maestra in riguardo alla sicurezza in generale ma, conforme alla sua conoscenza della materia, mi vengono in mente queste considerazioni:

LA SICUREZZA INTELLIGENTE - BLOG

  1. Se la maestra non ha frequentato corsi specifici sulla sicurezza (oltre i classici previsti per legge), vanno i miei complimenti per l’impostazione mentale pragmatica

 

  1. Se ha frequentato dei corsi specifici sulla sicurezza, ancor più vanno i miei complimenti per non essersi fatta condizionare dalle ridondanze che spesso vengono applicate nel fare prevenzione e gestire la sicurezza con l’unico risultato di essere spesso di difficile comprensione e applicazione (chiunque di noi avrà sperimentato quanto è difficile il “voi siete qui”)

Personalmente sono anni che, nei vari corsi e convegni dove ho l’onore di partecipare come docente o relatore, predico di semplificare al massimo le procedure e istruzioni operative della sicurezza affinché risultino applicabili e non discutibili o interpretabili.

Spesso mi sono chiesto se questa forma di approccio complesso è data dal retaggio di una formazione tecnica o dal voler dimostrare di essere “competenti” e magari indispensabili (già Trilussa diceva che “Se vôi l'ammirazione de l'amichi nun faje capì mai quello che dichi”)

 

Se veramente si vuole fare sicurezza bisogna smetterla, noi consulenti in primis, di rendere tutto complicato (per questo ci sono già i burocrati) con un linguaggio e terminologie comprensibili solo agli addetti. Secondo il mio parere, la sicurezza si fa con una semplice formula M.I.+C. (Minimo Indispensabile + Cervello) dove Minimo Indispensabile sta una corretta valutazione dei pericoli e usando il Cervello, introducendo delle misure indispensabili per eliminare il rischio, senza ridondanze inutili e complesse che hanno il solo fine di non essere seguite o peggio eluse perché portatrici una complessità inapplicabile nella quotidianità.

 

Concludendo questa mia riflessione, mi permetto di suggerire ai colleghi consulenti che dobbiamo prendere esempio dalla maestra, non utilizzare “cintura e bretelle” per tenere su i pantaloni, non essere pozzi di scienza ma fontane di sapere.

 

Bruno Antonio Lerda

Responsabile sicurezza Osservatorio nazionale Condomini


LEGGI ANCHE

30 Agosto 2021
La sicurezza...dimenticata

La sicurezza...dimenticata Oggi, sugli organi di informazione, spicca la notizia dell’incendio del grattacielo di Milano dove, fortunatamente solo per una serie di fortunate coincidenze, non ci sono state vittime. Tra i tanti temi affrontati, viene enfatizzata l’importanza della corretta applicazione della sicurezza nella prevenzione incendi con riferimento alla qualità dei materiali e all’importanza della corretta […]

LEGGI TUTTO
26 Maggio 2021
Superbonus: perché munirsi anche della polizza globale fabbricati

Un intervento di efficientamento energetico in uno stabile, cambia i rischi e il valore da assicurare.

LEGGI TUTTO
5 Marzo 2021
Un milione di condomìni in bilico

Sempre più italiani dimostrano di non essere sufficientemente a conoscenza dei rischi associati alle catastrofi naturali

LEGGI TUTTO
5 Marzo 2021
Superbonus 110: Tutelarsi e Tutelare

La diffusione del SuperBonus110 è sempre più marcata non solo fra professionisti, ma anche fra i condomini

LEGGI TUTTO
5 Marzo 2021
Il ruolo dei condomìni nella rivoluzione energetica

È il nostro momento per contribuire alla rivoluzione energetica, apriamo la strada all’autoconsumo collettivo

LEGGI TUTTO

CONTATTACI

Verificheremo, attraverso un metodo di analisi, tutti i fornitori del condominio, consentendo all’ Amministratore del Condominio di poter valutare la congruità delle sue scelte con i più alti livelli di garanzie offerte.
Leggi la nostra Privacy Policy


    SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL 
    linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram