LA SICUREZZA INTELLIGENTE

23 Ottobre 2021

Questa mattina, su un social, mi sono imbattuto su queste “istruzioni di emergenza” redatte da una maestra a fronte di un alunno che soffre occasionalmente di crisi da anomalie epilettiformi.

Questa insegnante ha predisposto delle semplici ma complete istruzioni da attuarsi in caso di accadimento, coinvolgendo tutta la scolaresca.

Da parte mia va tutta la stima e considerazione per l’approccio intelligente, pragmatico e coinvolgente partendo dalla “semplicità della costruzione del cartello”.

 

Non conosco la preparazione della maestra in riguardo alla sicurezza in generale ma, conforme alla sua conoscenza della materia, mi vengono in mente queste considerazioni:

LA SICUREZZA INTELLIGENTE - BLOG

  1. Se la maestra non ha frequentato corsi specifici sulla sicurezza (oltre i classici previsti per legge), vanno i miei complimenti per l’impostazione mentale pragmatica

 

  1. Se ha frequentato dei corsi specifici sulla sicurezza, ancor più vanno i miei complimenti per non essersi fatta condizionare dalle ridondanze che spesso vengono applicate nel fare prevenzione e gestire la sicurezza con l’unico risultato di essere spesso di difficile comprensione e applicazione (chiunque di noi avrà sperimentato quanto è difficile il “voi siete qui”)

Personalmente sono anni che, nei vari corsi e convegni dove ho l’onore di partecipare come docente o relatore, predico di semplificare al massimo le procedure e istruzioni operative della sicurezza affinché risultino applicabili e non discutibili o interpretabili.

Spesso mi sono chiesto se questa forma di approccio complesso è data dal retaggio di una formazione tecnica o dal voler dimostrare di essere “competenti” e magari indispensabili (già Trilussa diceva che “Se vôi l'ammirazione de l'amichi nun faje capì mai quello che dichi”)

 

Se veramente si vuole fare sicurezza bisogna smetterla, noi consulenti in primis, di rendere tutto complicato (per questo ci sono già i burocrati) con un linguaggio e terminologie comprensibili solo agli addetti. Secondo il mio parere, la sicurezza si fa con una semplice formula M.I.+C. (Minimo Indispensabile + Cervello) dove Minimo Indispensabile sta una corretta valutazione dei pericoli e usando il Cervello, introducendo delle misure indispensabili per eliminare il rischio, senza ridondanze inutili e complesse che hanno il solo fine di non essere seguite o peggio eluse perché portatrici una complessità inapplicabile nella quotidianità.

 

Concludendo questa mia riflessione, mi permetto di suggerire ai colleghi consulenti che dobbiamo prendere esempio dalla maestra, non utilizzare “cintura e bretelle” per tenere su i pantaloni, non essere pozzi di scienza ma fontane di sapere.

 

Bruno Antonio Lerda

Responsabile sicurezza Osservatorio nazionale Condomini


LEGGI ANCHE

18 Gennaio 2023
IL CONTO ALLA ROVESCIA PER UN 2030 CON ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE NEGLI EDIFICI

IL CONTO ALLA ROVESCIA PER UN 2030 CON ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE NEGLI EDIFICI   In Italia, secondo i dati contenuti nel Rapporto Annuale sulla Certificazione Energetica degli Edifici del 2022 curato da ENEA, il 18,5% degli edifici esistenti è stato costruito prima del 1945, il 41.6% tra il 1945 ed il 1976, il 16.4% tra […]

LEGGI TUTTO
4 Gennaio 2023
LEGGE DI STABILITA’2023 – LE PRINCIPALI MISURE CHE INTERESSANO IL CONDOMINIO

LEGGE DI STABILITA’2023 – LE PRINCIPALI MISURE CHE INTERESSANO IL CONDOMINIO Come tutti gli anni, all’inizio dell’anno occorre fare i conti con le novità introdotte dalla cosiddetta Legge di Stabilità, conosciuta anche come legge finanziaria o di bilancio. L’approfondimento ed i timori o le speranze per ciò che è destinato a cambiare, come sempre, fa […]

LEGGI TUTTO
21 Dicembre 2022
IL SOSTITUTO DELL’AMMINISTRATORE PER LA “CONTINUITA’ ASSISTENZIALE” DEL “PAZIENTE” CONDOMINIO

IL SOSTITUTO DELL’AMMINISTRATORE PER LA “CONTINUITA’ ASSISTENZIALE” DEL “PAZIENTE” CONDOMINIO Ciclicamente, quando si approssimano le vacanze, ci si pone la domanda di cosa debba o possa fare l’amministratore di condominio per garantire continuità di gestione. Spesso l’indicazione è quella di lasciare nella bacheca condominiale e sul sito internet condominiale (dove esistente) i recapiti dei principali […]

LEGGI TUTTO
7 Dicembre 2022
I DUBBI E LE CONTRADDIZIONI IN MATERIA DI COMPENSO DELL'AMMINISTRATORE

I DUBBI E LE CONTRADDIZIONI IN MATERIA DI COMPENSO DELL'AMMINISTRATORE Il compenso dell'amministratore è un tema molto più complesso e delicato di quello che possa sembrare. Limitandosi ad analizzare gli aspetti giuridici della questione, non mancano, come in buona parte delle normative italiane in tema di condominio, le contraddizioni reali o apparenti. L'esistenza stessa del […]

LEGGI TUTTO
23 Novembre 2022
IL SUPERBONUS 110% PASSA AL 90%: LE RAGIONI, I PROBLEMI, LA MOBILITAZIONE

IL SUPERBONUS 110% PASSA AL 90% LE RAGIONI, I PROBLEMI, LA MOBILITAZIONE   L'11 Novembre il Governo Meloni ha annunciato un taglio del Superbonus 110%, che si è concretizzato poi in Gazzetta Ufficiale il 18 Novembre con la pubblicazione del cosiddetto “Decreto Aiuti Quater”, il cui articolo 9 interviene proprio in quel senso portando il […]

LEGGI TUTTO
24 Agosto 2022
LE SFIDE DEL DOMANI DELL’AMMINISTRATORE SULLA SICUREZZA.

UN NUOVO APPROCCIO È NECESSARIO? La professione dell’Amministratore di Condominio è tra le figure che più ha subito cambiamenti nel corso degli anni. Complici le continue trasformazioni di norme e di leggi che si sono moltiplicate proprio a carico dei conduttori di immobili. Nel tempo c’è stata una trasformazione che ha messo in serie difficoltà […]

LEGGI TUTTO

EMAIL: osservatorio@oncondomini.it
TELEFONO: 800 090297

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL 
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram